giovedì 14 luglio 2011

Hey diddle diddle

 


Alla fine, grazie all'aiuto di @danielafinizio nel risolvere l'arcano sulla traduzione di "diddle diddle" (passaggio dal significato puramente onomatopeico) anche questa filastrocca ha trovato una sua forma grafica. Normalmente lasceremmo il tutto tra le mura della scuola, le sue urla, i suoi giochi, canti, balli, storie e le più improbabili domande che possono sorgere da un bambino (uno oggi mi ha chiesto se avessi le sue chiavi di casa!), ma visto lo sbattimento della tweet-friend (termine che non so se piacerà a jumpinshark) nel farci arrivare esempi grafici, pareva brutto non dare un riscontro.

L'idea dell'attività è tutta di domusorea, letteralmente unica in questo genere di attività, il video raffazzonato è stato montato da me e tutte le immagini usate sono dei fantastici bimbi della classe delle Raganelle (età 3-6). Noi, alla fin fine, diamo il via, ma sono loro a far nascere questi piccoli capolavori.

2 commenti:

  1. tweet-friend mi piace, anche se in versione autarchica preferisco tuittamico e amicinguetto!
    Il vostro mondo di educatori è per me misterioso e affascinante (sì, anche un po' terrorizzante, un bimbo che mi chiede se ho le sue chiavi di casa?!); quando vi riprendete dal caldo potreste pensare a un racconto continuato di queste vostre esperienze.
    Poi se fate i dindi come Io speriamo che me la cavo steccate pure qualcosina ai vostri tuittamici @danielafinizio e @jumpinshark:)

    RispondiElimina
  2. In effetti l'idea non è male! (stecca inclusa naturalmente)magari qualcosina verrà fuori, chissà...
    Il mondo degli educatori è vasto e ricco di sfaccettature, alcune, sì, terrorizzanti (ma qua il discorso si farebbe mooolto luuuuungo) ma alla fin fine ogni cosa che si sceglie di fare nella vita è il modo di giocare che si preferisce (o almeno, dovrebbe esserlo; basta farlo il meglio possibile e secondo le regole) : scrivere, smanettare col computer, tuffarsi nell'economia (aaaaargh!!!!) sono solo alcuni esempi.
    Cmq voto per tuittamico, ha un che di più musicale ;-)

    RispondiElimina

I commenti su questo blog sono liberi ed aperti a tutti (esclusi troll o "piromani" da web). Da chi commenta in forma anonima è gradita una qualsiasi forma di riconoscimento (firma, sigla, nick), renderà più facile parlarci.